Avete, immagino, sentito ampiamente parlare del famoso Black Friday vero? Ma come, no? Vabè, non è che abbia moltissima voglia di spiegarvi che cosa sia, anche perchè ne ho gia ampiamente parlato nel mio precedente post, ma per chi non avesse la minima voglia di consultare l’articolo mi limiterò ad una breve descrizione, ad un Bignami dell’accaduto.

Praticamente, il 15 aprile scorso, l’FBI negli usa ha oscurato i tre maggiori siti di poker online ( PokerStars, FullTilt, Absoute Poker) con l’accusa di frode e riciclaggio di denaro. Senza contare poi il grave reato di non aver spartito la torta tutti i politici di turno, ma su questo punto non si conoscono molti dettagli.

E così, si è arrivati ad oggi, a quasi un mese dall’accaduto e le cose sembrano non essere completamente risolte. C’è chi ha parlato di bancarotta, chi di accordi sottobanco, ecc… Insomma la “vera verità” non è ancora nota.

Diciamoci la verità, a certi livelli, la corruzione non è più l’eccezione, ma la regola. Sinceramente, per quanto mi riguarda spero che tutti questi siti brucino all’inferno con tutti i loro azionisti, perchè è per colpa di gente come loro che questo modo è sempre più marcio.

La vera questione secondo me è un’altra, ovvero quella che riguarda come questo black friday, (che ricordo non trattarsi dei venerdì sera di Cristiano Malgioglio e Tiziano Ferro ok?…Quelli c’hanno la black week semmai), abbia in qualche modo influenzato il mercato mondiale del poker online.

Se ancora qualche coglione non l’avesse capito, qui si sta parlando di milioni di dollari che devono essere restituiti ai poveri giocatori sparsi nel mondo chiaro? La possibilità che questi poveracci non rivedano più i loro soldi è altissima.

E invece i media, venduti, minimizzano questo scandalo e usano la semantica e la demagogia come armi di distrazione di massa.

Parliamo ad esempio gli ultimisismi dati fatti emergere in seguito proprio al black friday che aveva fatto ipotizzare un calo del fenomeno poker online. Invece, non solo il mercato pare non curarsi dello scandalo, ma addirittura i numeri evidenziano una crescita!

Un pò perchè il problema è stato ampiamente circoscritto e le perdite per i giocatori sono state minime e verranno comunque collimate a breve, ma soprattutto perchè stanno mentendo.

Si, mentono. Soffici, soffici le loro stronzate di adagiano sulla bocca dei media e sulle pagine dei giornali che le fanno arrivare a noi con tutta la serietà più accademica.

Ma lo sapete che cosa ci vuole per falsificare dei dati? Nulla. Esatto, non ci vuole assolutamente nulla se chi li fa ha interessi in qualcosa che gli conviene sponsorizzare.

Dio solo sa quanti interessi ci sono dietro a questo mondo del gioco online, quindi vi pare che si possa permettere che un fatto così grave come quello accaduto distrugga il mercato?

Mai e poi mai!!!

Quindi ecco come funziona. Nonostante un calo evidente ed una perdita di fiducia totale da parte della maggior parte delle persone che gioca online, si fanno uscire dei dati confortanti e del tutto tarocchi al solo scopo di far credere che sia tutto ok. Non mi sorprenderebbe inoltre se nei prossimi giorni venissero fuori notizie di fantomatiche vincite al poker online, da parte di gente dilettante e altre cazzate.

Fate come credete, ma smettete di credere ad ogni “dato” che vi viene propinato sia reale. Gli interessi oramai stanno ovunque, persino in questo sito.

Io ho interessi nel dire certe cose. Oppure no?

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>