(immagine presa da http://www.pokeritaliaweb.org)

Continuiamo a parlare di troie… ( hey, non mi riferisco alla ragazza ritratta nella foto qui sopra ok? Qualora qualcuno avesse frainteso…)

Se avete letto il mio post precedente, avrete sicuramente capito quanto sia importante il sesso anche nel mondo del poker. Come diceva il saggio? Ah si : “tira più un pelo di fi*a che un carro di buoi”. Notate tra l’altro l’auto censura…Perchè non voglio essere volgare.

Chi l’avrebbe mai detto che il sesso sarebbe entrato anche nel mondo del poker? Ok, lasciamo un’attimo da parte lo Strip Poker, che è stato inventato per tutti quelli che l’unica volta che hanno visto una topa nella loro vita, si trattava della fidanzata di Topolino, Minne. Poveracci.

No, il sesso inteso come mezzo per attirare a se. Del resto oggi, praticamente tutto viene venduto grazie alle allusioni più o meno esplicite che farciscono pubblicità e giornali che hanno tutte come unico comune denominatore il sesso.

Sinceramente sono un pò dispiaciuto, perchè in fondo mi piaceva l’idea che ci fosse uno sport cazzuto come il poker e che fosse esente dai dogmi di commercializzazione mondiali, essendo già di per se un qualcosa che si vende da solo e che non ha certo bisogno di pubblicità visto che esiste dalla notte dei tempi e piace sempre!

Ma gli azionisti sono avvoltoi e appena vedono qualcosa che “tira”, (non qualcuno), subito pensano a come sfruttarlo. Il sesso tira e il poker pure. Dunque quale migliore idea se non quella di accumunarli?  Pensate che geni! 2+2 fa 4!

E infatti, grazie alle troie, la popolarità del poker è cresciuta! Ma questo grazie e soprattutto a quei poveri sfigati  che si stempiano dalle pugnette davanti al pc e che non hanno vita sociale…So che molti di voi si identificheranno in questo identikit, ma non vi preoccupate, ancora un paio di pugnette e qualche cacatina, e poi finalmente la vostra ora giungerà e vi leverete dai coglioni una volta per tutte.

Come mai ho fatto questo ampio preambolo? Per 2 ovvi motivi: primo perchè vengo pagato a parola e secondo perchè non ho vita sociale e voglio condividere con qualcuno quello che mi passa per la testa tra una pippa e l’altra.

Comunque, stavo dicendo che oggi mi sono imbattuto in un’articolo molto interessante che rispecchia un pò quello che stavo dicendo prima. In pratica è stata stilata una classifica con le putt, ehm, puttane più fighe che giocano a poker. Si insomma, quelle più belle e brave, o se non altro, quelle che ce la mettono tutta.

A sorpresa, come potete vedere sotto, mancano italiane!

A nulla è valso il tentativo da parte di Luca Pagano di travestirsi da donna, pensate, è bastato un suo sorriso per provocare un’aborto spontaneo ad una poveretta di turno e crepare anche tutti gli obiettivi delle macchine fotografiche presenti in sala…

Ecco la classifica:

1. Tatjana Pasalic – detentrice mondiale di record di “ingoio”

2. Melanie Iglesias – prostituta minorenne

3. Joanna Krupa – ex-playmate ( non è vero che è ex, fa sempre lo stesso mestiere, quello antico)

4. Shannon Elizabeth – ex attrice di Hollywood

5. Kimberly Lansing – figa spaziale, come le altre del resto, ma questa mi piace particolarmente

6. Lacey Jones – ex troia

7. The Victory Poker Girls – non sono delle grandi giocatrici bisogna ammetterlo, ma il loro ruolo è fondamentale DOPO i tornei di poker. Un pò come le Pussicat Dolls, che allietano con le loro labbra i rapper dopo i concerti…non certo cantanto canzoncine di merda, le Victory Poker Girl sono un gruppetto di putt, di puttane che vengono usate dai giocatori per svuotarsi ( le palle intendo) e liberarsi dallo stress accumulato durante i match. Ovviamente le pagano, ma con i soldi vinti!!! Potremmo definirle delle banche del seme ambulanti.

8. Melyssa Grace – wow che troia anche lei!

9. Alison Waite – vabè, avete capito…

10. Leeann Tweeden -  si anche lei…cercate su internet

11. Amy Weber – 555 345 323 questo è il suo numero. Qual’òra qualcuno volesse farsi fare un servizietto…è quella più a buon mercato di tutte.

12. Liv Boeree – ribattezzata astutamente Liv Sborrè

13. Paola Martin – lei è l’unica che non la dà…Previo deposito bancario.

14. Sandra Naujoks – non è proprio il massimo, ma se hai le palle così piene che puoi addirittura sedertici sopra, è perfetta.

15. Jennifer Tilly – la tettona troia de “I Soprano”. Ca**o che tette però! Da farci il motoscafo 23 ore al giorno. Dice, ma perchè 23 ore e non 24? Beh’ perchè in quell’oretta te la devi anche tromabare no?

16. Jennifer Leigh – biondina…verginella…ma in realtà è una gran troiona, avida di resina mammifera

17. Kara Scott – un pò troppo maschiaccio per i miei gusti..secondo me c’ha il pacco

18. Vanessa Rousso – una delle mie preferite, che fra l’altro me la voleva anche dare, poi si è spaventata dopo aver visto il mio membro di 57 cm di lunghezza x 48 di diametro di 15 kg.

19. Erica Schoenberg – bella ragazza, ma poco interessante. Si, di quelle che glielo metti in bocca solo per tappargliela quella cazzo di bocca! Dalla quale escono prevalentemente 2 cose : o cazzate o cazzate.

20. Lauren Kling – assomiglia a Jennifer Aniston, ma più sporgente di 3 cm in tutte le direzioni.

Allora, cominciamo dicendo che molte delle tro, ehm, troie presenti sono ex-attrici. Un paio a dire il vero sono molto famose, ad esempio, Jennifer Tilly è quella tettona che recita ne I Soprano; mantre l’altra famosa è Shannon Elizabeth. Ve la ricorderete senz’altro in pellicole memorabili quali : “Jay e Silent Bob…Fermate Hollywood“, “I Gattoni” e “American Pie“, dove interpretava la studentessa venuta dall’estero alla quale uno dei protagonisti dedica uno strip-tease finito in tragedia. Avete presente? Che praticamente il filmato va in diretta webcam su tutti i pc del liceo?

Vabè, ci sono queste 2 e poi, sostanzialmente tutte le altre sono ex-porno star, ex-modelle o showgirls, ma in sotanza possono essere apostrofate tutte con un’unico comune denominatore : puttanoni.

Il fatto è che il poker rappresenta oggi come non mai un’abile e “facile” àncora di salvezza per chi non vuole rinunciare alla popolarità e soprattutto per chi non ne vuole sapere di trovarsi un lavoro.

Anche in Italia è lo stesso! Gentaccia della peggior specie riciclata dai reality, si butta nel poker solo per non finire nell’oblio.

Ma, come dicevo prima, con grande disappunto ho notato che manca una giocatrice italiana all’appello! Una giocatrice che secondo me ci starebbe benissimo in questa classifica e che paga putroppo il fatto di non essere troppo famosa! Ma in realtà paga il fatto di non aver succhiato gli assi giusti.Dobbiamo istituire un fan club per lei! Sto parlando di quella bella buzzicona di Luana Spadaro.

Come potete vedere sopra, la bella Luana, le doti per comparire in questa classifica ce le ha tutte…e due. E pure belle grosse direi. So benissimo che abbiamo anche altre giocatrici forse più belle e perfette di lei, ma ilblog è mio e decido io!

Vabè, adesso vi lascio che sono in ritardo per la mia lezione di autopsia sui nani morti.

State in campana!

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
 

17 Responses to La più sottovalutata – Luana Spadaro

  1. io says:

    articolo proprio del cazzo…….se il tuo cazzo lavora cm scrivi si gode poco

    • admin says:

      Si infatti al letto sono una frana. Tua madre si è dovuta inventare le peggio cose per farmelo venire duro. Poverina, si è sfinita a suon di pompini e seghe. Sono fatto così, scrivo esattamente come scopo, cioè male. Ma grazie di avermelo fatto notare, sarò un’uomo migliore adesso.

    • admin says:

      Hey, ci tenevo a farti notare una cosa siNpatica a mio avviso. Nel tuo commento, costituito da 14 parole, sei riuscito a dire per ben 2 volte la parola cazzo. Magari non significa nulla, ma io un controllino da uno bravo lo farei, caso mai tu fossi uno di quei froci frustrati e inconsapevoli, potrebbe giovarti secondo me. Ma potrebbe anche significare che il tuo vocabolario basico sia talmente povero che il ricorso al termine greve si sostituisca alla mancanza di un lessico più appropriato. Delle 2 l’una.

  2. irene says:

    Il mondo del poker è pieno zeppo di personaggi particolari, che si distinguono per un indumento, o per come si comportano al tavolo… Ragazzini biondi che indossano felpe col cappuccio di almeno 3 misure + grandi, uomini che sembrano appena usciti dall’ufficio, ancora in giacca e cravatta, vecchietti che si vestono come adolescenti, ragazze con treccine e occhiali strani… alcuni stanno zitti e ascoltano la musica, altri cercano di confonderti con tante chiacchere, altri ancora provocano i loro avversari affinchè questi vadano in tilt.
    Luana è una ragazza estroversa, eccentrica nel vestire, e molto vistosa. Io non so se sia anche molto “sportiva”, ma poco importa, perchè finchè si diverte, e non fa del male a nessuno, perchè dovrei interessarmene…
    Quello di cui la gente parla spesso è di come donne con poche capacità, ma con un bel fisico, vengano sponsorizzate dalle pokerroom per dare un’immagine seducente al proprio marchio. E allora? L’importante è che anche le donne forti, che hanno studiato e sono vincenti, vengano sponsorizzate.
    Ma di una cosa non si parla mai: di come questo mondo malato porti a galla certi comportamenti deplorevoli. Ad esempio, parliamo di tutti quei cari maritini, che al tavolo ti mostrano la foto dei loro figli con orgoglio, parlano della moglie come di una gran bella donna, di cui sono tanto innamorati. Persone di gran cuore,vero? Ma allora, come mai alle due di notte li vedi rientrare in stanza d’albergo con una puttana. Una vera puttana. Questo non vi indigna vero? Direi di no! Perchè sono in crisi di mezza età, si son resi conto che la monogamia non fa per loro, e per una persona che in un giorno si gioca i massimi alla ruota, o che pippa la cocaina, o che beve come un cammello, è difficile che questa persona si sacrifichi per la propria moglie. Quindi hanno una marea di scuse, pronte e confezionate. Perdoniamoli, su! Per fortuna che solo i quarantenni fanno queste cose….Eh,no! Direi proprio di no! Il peggio sono i ragazzi sui 19 anni, che invece di andare nei bar a parlare con ragazze semplici,che non hanno secondi fini,se non quello di passare una serata divertente, cercare di rimorchiarle, un pò goffi, rischiando di fare qualche figuraccia, vanno al Margherita, all’Andiamo, o altri bordelli del genere…(inutile che vi spieghi cosa sono,dato che qualunque pokerista uomo che legge questo post sa di cosa parlo…). Ovvio, sono giovani,non hanno voglia di impegnarsi, e hanno i soldi. Stiamo crescendo una gran bella generazione, i puttanieri del domani, con un grande rispetto per la donna, e soprattutto una grande capacità a relazionarsi con l’altro sesso. Voglio proprio vederli a impegnarsi in un matrimonio, a costruire una famiglia.
    Questo tuo articolo, caro omino in incognito, fa schifo, perchè offende senza un motivo evidente, e parla del niente.
    E poi come scrivi male, sembra che tu voglia emulare bukoski, o qualche scrittore della beat generation,ma non ti riesce. Sei fallito pure in questo.

    • admin says:

      Allora, prima di tutto la invito ad adottare un linguaggio più consono chiaro? Questa confidenza che si è liberamente presa mi urta molto. Non ci conosciamo e mai ci conosceremo quindi è pregata di seguire quantomeno le sue stesse lezioncine di educazione che vuole impartire agli altri. Se ancora non le fosse chiaro, la gente è libera di scrivere e dire e pensare e di offendere chi le pare. I limiti li dà la legge, non certo lei. A me non importa minimamente il suo parere care Irana Baroni, non la reputo migliore di me e per quanto mi riguarda la esorto a riflettere sulle sue parole, visto che mi ha offeso e giudicato liberamente. Questo la porta esattamente al mio livello e la rende ancor più ridicola visto che si inalbera in colluttazioni verbali e perde il suo prezioso tempo a polemizzare con un anonimo che fa schifo. Concludo dicendole che se sapesse che cos’è la satira e il non-sense humor, forse mi avrebbe scritto parole diverse, o forse no. Ma d’altronde cosa ci si può aspettare da un paese cattolico, bigotto e ipocrita come l’Italia?

    • admin says:

      Ah, quasi dimenticavo, si dice Bukowski. Grazie per il paragone, lo reputo un gran complimento detto da una che sembra voler emulare una studentessa fuoricorso in filosofia, bruttina che nessuno si fila e che per darsi un tono inanella di fila un’impressionante serie di luoghi comuni e frasi fatte come solo la più stronza e ripudiante delle suore di un convento montano potrebbe fare.

  3. Carmelo Raudino says:

    Per carattere non sono uno che va’ in giro sui forum o sui blog a discorrere su argomenti di cosi’ basso rilievo, pero’ all’autore di sto pezzo vorrei dire una cosa…leggi bene ragazzo… sembra che tu abbia serissimi problemi di autostima e di conseguenza cerchi in questo modo penoso di ottenere non si sa bene cosa…posso solo dirti che ho avuto il piacere di conoscere Luana personalmente,di conoscere suo padre e cenarci anche assieme dopo che eravamo passati entrambi assieme a Cristian Petrullo e Pasquale Pellicano’ al day 2 dell’ept di Sanremo…per quel poco che ho potuto capire Luana e’ una persona alla mano,con la testa sulle spalle,dai sani principi e chi piu’ ne ha piu’ ne metta…non sono uno psicologo ma certe cose una persona di media intelligenza le intuisce subito…per di piu’ me ne ha sempre parlato benissimo un altro mio amico di Taranto,Amedeo Nesca,persona ben piu’ grande e di conseguenza piu’ navigata di me del quale mi fido moltissimo perche’ potrebbe benissimo essere mio padre…quindi a casa mia si dice cosi’ in questi casi…”sciaquati la bocca e chiedi scusa”…e parla di persone e cose che conosci…e’ la prima regola del giornalismo…scrivere a caso fa di te un pessimo esempio per chi si approccia a questo stupendo ma quantomai RESPONSABILE mestiere…senza rancore ma te lo sei meritato…

    • admin says:

      Per carattere sono uno che non risponde a chi vuole impartirmi lezioni di vita, ma nel suo caso farò un’eccezione. Signor Carmelo Raudino, credo che lei non solo non abbia centrato il punto, ma addirittura sia riuscito ad andare oltre. Se lei sapesse cosa fosse la satira e il non-sense humor e soprattutto la mia situazione mentale, forse capirebbe che il fatto di prendersi troppo sul serio è un limite che deve essere superato. Aggiungo inoltre che, qualora non le fosse chiaro, io e lei e tutte le persone del mondo, possiamo scrivere qualsiasi cosa di chiunque. Questo blog NON E’ GIORNALISTICO! Non sono tenuto a riportare fatti reali nella loro integrità. Se avesse letto l’importante avviso posto al lato destro del blog, forse non avrebbe perso tempo a scrivermi. Tuttavia, il fatto che lei sia una persona vicina alla signora Spadaro, non cambia la mia opinione in merito. Per quanto mi riguarda, la signora Spadaro potrebbe essere la persona più brava del pianeta e sicuramente lo è, ma ai fini della mia immaginazione questo non modifica niente. Io me la voglio immaginare in un certo modo e questo è. Si ricordi che la rete è LIBERTA’. Se io voglio offendere senza alcun motivo apparente e gratuitamente una persona solo per il gusto di farlo, crede che non lo possa fare? E chi è lei? In che veste si presenta a me per sopprimere la MIA fantasia? Non sono venuto io da lei a imporre la mia volgarità e non l’ho di certo invitata io qui. Se ha intenzione di intraprendere un rapporto epistolare con il sottoscritto snocciolando ogni volta le sue ragioni da “politically correct”, se le risparmi. Oppure inneschi una guerra contro tutti i pensatori liberi che ci sono online. La rete è l’ultimo baluardo di speranza per chi come me ha tanta rabbia, tanta fantasia e poco da dire, ma VOGLIO ESSERE LIBERO di esprimermi in qualsiasi modo io ritenga opportuno.
      La gente deve cambiare. La gente come lei deve cambiare, non io. “parla solo di chi conosci…sciacquati la bocca…chiedi scusa…”, ma in che epoca vive? In che razza di realtà retrograda e bigotta vive? Si svegli signore, si svegli alla grande e cominci un pò a liberare i suoi istinti. Offenda qualcuno, vada in chiesa a bestemmiare, vada a picchiare qualche tronista a milano marittima, si fotta la sua vicina di casa che da anni gli procura sogni bollenti. Si impegni a portare il mondo ad un livello tale che neanche Dio riesca più a tollerare, così sarà costretto a farsi vivo e solo in questo modo sapremo la verità.

    • admin says:

      Mi permetta ancora un’ossevazione. Secondo lei, in questo articolo la signora Spadaro è stata offesa? Solo perchè le ho dato della “bella buzzicona” e ho detto che ha delle gran belle tette? Questo è offendere? Solo perchè ho detto che la signora Spadaro paga in impopolarità il fatto di non essersi “piegata” come hanno fatto le altre? Lei si è permasso si venirmi ad importunare con una lezione dicendomi di chiedere scusa per questo? Ma si rende conto? ma lei ha letto l’articolo o no? Lo ha fatto? No perchè se lo ha fatto allora evidentemente ha un grosso problema di apprendimento caro mio. Se ne è uscito tirando fuori nomi e raccontandomi di aver conosciuto la signora Spadaro, ecc… Ma si rende conto che il problema cel’ha lei?

  4. Danielbooom says:

    Ragazzi, ho letto l’articolo e secondo me vi state scaldando per qualcosa che non ha nulla di concreto se non una fervida immaginazione di chi scrive, che pretende di far diventare realtà quello che la sua fantasia spererebbe che fosse. E’ una provocazione ed una delirante dissertazione sul nulla …… fatta ad arte per provocare reazioni in chi legge….. a me sembra la favola della volpe e dell’uva…. quello che non si può raggiungere nella realtà, deve essere denigrato e raggiunto con la fantasia…. perchè le reazioni conseguenti creano l’energia par far si che continui la rappresentazione…… ergersi difensori di qualcuno che sà perfettamente come difendersi è inutile, così come prendere le distanze da un articolo come questo. E’ un non-sense artigianale di pseudo satira, un tentativo goffo di prendere in giro il sistema ed il suo modo di sottolineare la femminilità in qualsiasi campo. Il poker non sfugge…. ed in fondo, chi di noi, su qualche nome e senza renderne pubblico il pensiero, qualche riflessione l’ha fatta?? E’ solo un esagerazione e come tale và approcciata e gestita….. o pensate veramente che Spadolini ( per chi si ricorda ) aveva veramente il cazzo piccolo come lo disegnava Forattini? Oppure che Andreotti fosse più gobbo di quello che è? e si può continuare cosi con altri paragoni illustri…. forse quello che si può veramente giudicare è che il messaggio della Satira…. pur pungente e sferzante… abbia di solito contenuti più …. subliminali ….. ma in ogni caso, pur non condividendo il modo o i contenuti, come diceva un famoso filosofo e scienziato, mi batterò perchè tu possa comunque dire le tue cose.

    • admin says:

      Quelle che ha citato alla fine erano parole di Voltaire. Finalmente posso interloquire con una persona che si dimostra competente e sa quello che sta dicendo e sa, soprattutto, quello che è l’intero contesto della cosa. Aggiungo solo questo : facciamo finta che io sia di destra e lei di sinistra e questo blog fosse politico e io venissi da lei a darle del comunista, del mangia bambini, e tutta quelle serie di luoghi comuni sul comunismo. La prima cosa che lei dovrebbe pretendere da me, prima di offendermi, prima di mandarmi affanculo, prima di ignorarmi è quella di sapere di cosa sto parlando. Lei dovrebbe, se davvero le importa, battersi per farmi capire gli ideali della sinistra, cosa vuol comunicare, quel’è il suo messaggio. Solo allora potrei tornare da lei e sappur in disaccordo, non le darei più del mangia bambini o del comunista, ma forse, trovereri argomentazioni più valide sulle quali poggiare le mie “aggressioni”. Perchè conosco il contesto e so realmente cosa significa. Lo stesso si verifica qui, lei è una persona che a differenza delle altre non si è fermato alle parole in se stesse, ma sa cosa sia la satira e il non-sense e ha capito quello che mi sono proposto di fare e le sue argomentazioni sono pertinenti. Saluti.

  5. Necronomicom says:

    secondo me non c’entra né la satira né il nonsense humor… hai fotografato alla perfezione lo stato attuale delle tro… ehm… troie nel poker.

    • admin says:

      Ti ringrazio Necronomicon, ti do del tu per non essere troppo formali. Ti voglio ringraziare perchè quei puritani bigotti, ma fondamentalmente grandi pompinari che mi hanno attaccato prima di te, non si sono nemmeno degnati di rispondermi per sostenere le loro argomentazioni, prive tra l’altro di fondamento, dandomi in parte una bella soddisfazione, ma dall’altra un pò di amarezza perchè avrei proprio voluto vedere cosa avrebbero potuto inventarsi dopo quello che gli avevo detto. Ma che posso farci, la gente è sempre più ipocrita, giudicano, puntano il dito, guardano sempre gli altri e mai in casa loro. La satira e la libertà fanno così male e paura perche hanno il potere di farti capire come sarebbe bello se fosse sempre così. Il maschilismo, la volgarità, il non divertire, l’intolleranza e altro sono tutti giudizi che la satira e la libertà si portano dietro da anni, perchè è l’unico modo per contrastarli e guadagnare il favore popolare. Ma ancora per poco. Vedrai che tra 2 o 3 generazioni, quando tutti i vecchi moriranno e i loro figli e forse anche noi e la chiesa sdoganerà la pedofilia dicendo che Cristo nel momento in cui nel vangelo si perdono le sue tracce aveva instaurato un rapporto con un bambino fino all’età di 33 anni e la politica verrà rimpiazzata dalla mafia, la satira diverrà qualcosa che la gente a pieni polmoni invocherà, perchè senza la satira, sparisce la critica. Un paese o una civiltà senza critica sono qualcosa di malato.
      Saluti.

  6. rubyn says:

    Se tutti ti stanno dando dello stronzo un motivo ci sarà.

    • admin says:

      Tutti chi? Gli idioti come te? Beh allora la cosa non mi preoccupa. E poi, anche tu se sei al mondo un motivo ci sarà.

  7. gigi says:

    mitico
    aspetto l’apertura del sito web

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>