Made in Taiwan

On February 2, 2011, in Uncategorized, by admin

Made in Taiwan…Spesso questa scritta la troviamo nascosta nelle linguette delle nostre Nike o nella parte inferiore del nostro Hi-Fi della Philips e via dicendo. Spesso il marchio Made in Taiwan è sinonimo di maggiore affidabilità e prestigio rispetto al classico Made in China. Non a caso moltissime delle grandi marche mondiali di abbigliamento e informatica e intrattenimento scelgono di affidare la mano d’opera proprio a Taiwan e non in China.

Ma di recente è accaduto qualcosa di molto particolare che merita la nostra attenzione.

La notizia

Le autorità del BSMI (Bureau of Standards, Metrology and Inspection, di Taiwan) hanno effettuato dei controlli scientifici sulle carte da gioco usate per giocare a poker e altri giochi.

Non sappiamo se ci sia stata una soffiata che abbia fatto in modo che questa singolare indagine avesse luogo, ma fatto sta che è stata fatta una scoperta sconcertante. Il 20% delle migliaia di carte analizzate presentavano delle concentrazioni altissime di un inquinante tossico, la formaldeide, che le rendeva altamente cancerogene.

Di cosa si tratta?

Dice, ma che diavolo ci faceva questa formaldeide su queste carte? Basta fare una semplice ricerca per capire invece che questa sostanza, che apparentemente non ha nulla a che fare con delle semplici carte da gioco,  è utilizzata in tantissime altre applicazioni, quali : disinfettanti, battericidi, vaccini, adesivi, pitture, smalti industriali, schiume isolanti, coloranti alimentari come l’ E 240, ( un noto conservante per alimenti utilizzato soprattutto per quelli affumicati ), ecc…

Questo materiale rilascia delle nano particelle che vengono inalate dagli esseri umani causandogli svariate patologie, come il cancro al naso e alla gola, la sclerosi e numerose altre mer*e.

Il fatto che su queste carte ne abbiano trovato concentrazioni così elevate, fa venire la pelle d’oca e fa oltretutto, nascere molti dubbi ed emergere importanti quesiti, primo su tutti : le nostre carte da gioco le hanno controllate??? Chi dobbiamo scomodare, il RIS di Parma?…ma senza Lorenzo Flaherty.

Comunque, la cosa più incredibile di tutta la vicenda tailandese è che dopo aver fatto uscire fuori la notizia ed aver allarmato un pò di gente, non se ne è più fatto di nulla.  Infatti non è stato eseguito nessun sequestro e nessun divieto è stato imposto. Insomma, sembra chiaro che la faccenda sia stata in qualche modo insabbiata e rigirata subito come bufala o leggenda metropolitana, ma è dannatamente vera.

Meglio dunque affidarsi completamente al poker online per evitare di ritrovarsi con un bel “cancro-kinder-sorpresa”. Almeno, nel poker online, l’unica cosa di cui puoi avere un’ intossicazione è dei tuoi stessi gas intestinali che vengono prodotti dal tuo sfintere per colpa della tensione accumulata durante una partita, visto che la dieta che fai non è certo da manuale delle giovani marmotte.

Niente panico ragazzi!

Hey, non è certo il caso di farsi prendere dal panico ok? Potrete sempre andare in vacanza in Taiwan a farvi fare i “massaggi” nei rinomatissimi centri massaggi con i distributori automatici di profilattici, ma fate attenzione a non organizzare partite di strip poker con le sottoposte del centro, perchè potrebbero spaventarvi nascondendo strane protuberanze in zone intime che potrebbero trarvi in inganno, facendovi pensare che possano trattarsi di travestiti, quando invece sono dei bei tumori al gusto di formaldeide.

Chiudo dicendo che in entrambi i casi, l’uso del “guanto” è obbligatorio. In campana!

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>